Ogni volta che penso al mio paese, Paviola (frazione di San Giorgio in Bosco -PD), mi viene in mente la poesia di Aldo Palazzeschi che ho portato all’esame di V elementare: Rio Bo. Proprio come quello descritto nell’opera del poeta di origine fiorentina, il mio paese è piccolino. La fortuna  di vivere in un posto tranquillo, immerso nel verde, dove si può passeggiare e dove ci si conosce tutti. C’è un periodo dell’anno in cui questa piccola realtà viene “invasa” da gente sia dei dintorni che da lontano: la sagra. Nel mese di luglio, per 5 sere si fa festa tra cibo, musica e ricchi premi della pesca di beneficenza. Il piatto forte? Le seppie ai ferri. C’è gente che fa molti chilometri pur di venire ad assaggiare questa specialità. Personalmente sono legata a questa pietanza per ragioni familiari. È stato mio zio Gino Simonato a introdurla nel menù. Ora zio Gino ci guarda dal paradiso ormai da 10 anni. Ogni volta che mi siedo al tavolo della sagra con davanti un piatto di seppie cotte divinamente il mio pensiero va sicuramente a lui. Ricordo ancora quando usciva dalla cucina col cappellino e il grembiule tutto orgoglioso e la prima cosa che mi chiedeva era: “Hai mangiato le seppie?”. E io che adoro il pesce, come potevo dirgli di no? Erano e sono molto buone. Quindi vi invito dal 6 al 10 luglio a venire ad assaggiare questa specialità e le altre del menù. State in orbita!

Ecco il programma e il menù.

img_4175img_4176

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...