Grazie a Tutti! Buon 2019!

Anche il 2018 si chiude in positivo per Telescopio News. Un piccolo sipario sul mondo, non ancora così grande ma che sta crescendo piano piano. Grazie a tutti quelli che hanno collaborato e sono stati con noi durate quest’anno! State in orbita anche nel 2019! Buon Anno a Tutti!

img_6509

Annunci

Tre passi con Marian per la ricerca

di Stefania Simonato

img_6290

Queste che vedete qui sopra sono le scarpette da ballo di Marian Zuanon. Marian era una ragazza di 22 anni come tante. Una famiglia, un fidanzato, tanti amici, la passione per la danza e il sogno di diventare medico. La sua vita terrena si è fermata nel 2015 dopo due mesi di ospedale per un male inspiegabile al sistema neurologico.

Un’esistenza completa: lo studio, la gioia e l’arte della danza. Con questi 3 “passi” Marian danzava nel palcoscenico della vita e sono proprio questi elementi che hanno dato origine a “TRE PASSI CON MARIAN”. Un evento che si ripete da ben 4 anni e che vede ballerini di varie specialità uniti per la ricerca.

L’ultima edizione ieri 9 dicembre al teatro di San Giorgio in Bosco (PD). Sul palco la compagnia Ottavo Elemento, di cui Marian faceva parte, l’ASD Alla Sbarra, Davide Martinello e Speranza Dal Sasso per il latino americano, il gruppo classico El Malecòn, le Holosericae Tribe e il duo musicale Akusma Acoustic.

Quando qualcuno ci lascia, non ci lascia mai del tutto. Vive nei ricordi e nel bene che in suo onore possiamo fare. La ricerca ha sempre più bisogno di sostegno e questo Marian, che voleva fare il medico, lo sapeva bene. È solo con l’avanzamento della scienza che malattie una volta incurabili ora danno un’aspettativa di vita più alta. Ed è per lei e per tutti quelli che potranno trovarsi nella stessa situazione che è importante continuare a sostenere i ricercatori. Non si può pensare che alcuni mali siano altro da noi. Che non possano capitare. Tutti potremmo avere bisogno di una nuova cura per vivere.  In memoria di Marian da questo evento sta nascendo una Onlus.

Alcuni video e foto dell’evento di ieri sera.

img_6220img_6223img_6233

img_6246

img_6273img_6261

Buon compleanno Topolino e…

di Stefania Simonato

Topolino-90.jpg

Ebbene sì sono 35… scusate volevo dire 90… Perdonatemi ma oggi tra il mio compleanno e quello di Topolino c’è un po’ di confusione. Già perché non è da tutti compiere gli anni lo stesso giorno del capobanda Disney.

L’ho scoperto per puro caso. Un amico mi ha regalato la riproduzione su targa di latta della locandina di Steamboat Willie. Il primo cortometraggio con protagonista Topolino, distribuito il 18 novembre 1928. Topolino compie oggi 90 anni. 55 anni dopo l’esordio di Topolino la cicogna è arrivata anche in provincia di Padova ed è nata la sottoscritta. Ho sempre avuto una passione sfrenata per i cartoni animati. Da piccola ne guardavo parecchi e non vi nascondo che lo faccio ancora adesso. Il mondo Disney è sempre stato una realtà magica e se dopo 90 anni Topolino è ancora attuale vuol dire che la magia non si è spenta.

Tra poco più di un mese sarà Natale. Quando penso a questa ricorrenza non posso non pensare a loro: Topolino, Minnie, Pippo, Pluto, Paperino, Paperina, Cip e Ciop… e tutti i “classici” Disney. Vedete sono come la cioccolata calda: sanno di coccole, copertina e tepore. Ci fanno tornare bambini e spensierati. I pasticci di Paperino e Pippo. Le furbate di Cip e Ciop. Le ciglia che sbattono di Paperina. Qualche minuto, un paio d’ore e per un attimo abbiamo lasciato problemi e pensieri della quotidianità fuori da Topolinia e Peperopoli.

Grazie quindi a Walt Disney e ai suoi successori per averci regalato questi personaggi e tanti film di animazione.

Tanti auguri Topolino! Siamo sicuri che ci sarai anche tra altri 90 anni… sicuramente tra 10 per festeggiare il secolo.

Beh, dai… Tanti auguri anche a me per i miei 35 anni!

Vi segnalo anche questa mostra a Desenzano del Garda (BS).

cover.jpg

 

 

Stan Lee: ecco la classifica dei personaggi Marvel più ricercati sul web secondo SEMrush.

di Alessandro Maola

Se oggi dici Marvel la maggior parte delle persone pensano ai numerosi e bellissimi film che sono usciti sugli schermi negli ultimi anni. Marvel, invece, è l’universo dei personaggi immortali adorati in tutto il mondo ed è apparso inizialmente come universo a fumetti.

SEMrush, una piattaforma SaaS per la gestione della visibilità online, ha effettuato un’analisi dei più importanti personaggi Marvel. Non importa se sei un fan o hai solo familiarità con alcuni film – troverai una statistica curiosa che rivela l’interesse degli italiani per diversi personaggi.

Ecco la lista dei più famosi supereroi Marvel per volume di ricerca:

1. Spiderman

Magari l’Uomo Ragno è il personaggio Marvel più conosciuto del pianeta, se pensate un attimo a qual è stato il primo fumetto che avete letto da ragazzini, più di metà probabilmente risponderà che è stato proprio Spiderman. Peter Parker è un personaggio molto importante per la storia di Marvel Comics, lui è stato il primo protagonista di una storia pur non essendo adulto. Il suo potere è assolutamente conosciuto da tutti, in seguito al morso di un ragno radioattivo diventa un supereroe al servizio del bene sempre guidato dal motto dello zio: “Ricorda sempre, da un grande potere derivano grandi responsabilità”.

2. Deadpool

Sapete quale personaggio è completamente matto? Se sapete chi è Deadpool, allora sì. La storia di Wade Wilson è abbastanza complessa, ma in ogni caso possiamo dire che lui è un ottimo esempio di supereroe non convenzionale. “Non ho chiesto io di essere super… e non sono un eroe”. Non perderti il ragazzo con i chimichanga.

3. X men

X men i mutanti più virali del mondo. Gene-X, ideato da Stan Lee, ha creato 10 personaggi indimenticabili le cui avventure sono attese da miliardi di fan in ogni Paese.

4. Avengers

Loki: “Io ho un esercito!”

Tony Stark: “E noi abbiamo Hulk!”

Avengers – I più potenti eroi della Terra… e anche il più grande team di supereroi del mondo Marvel. Sono uno più bello dell’altro, però nessuno è così egocentrico come Tony Stark.

5. Doctor strange

La magia è concentrata in lui. Il personaggio più magico che protegge la terra dal male. “Metti in dubbio la realtà. Cambia il tuo destino” – la frase che descrive al meglio il fumetto di Doctor strange.

6. Iron Man

Genio, miliardario, playboy, filantropo. Magari grazie a Robert Downey Jr. è diventato il personaggio più conosciuto in tutto il mondo. Se non più conosciuto più ironico e più ricco, di sicuro!

7. Thor

Thor – Dio del tuono con scarso senso dell’umorismo. Thor, comunque, è diventato uno dei più forti e più importanti protettori di entrambi i mondi, un supereroe membro fondatore degli Avengers e senza dubbio uno degli esseri più potenti e conosciuti dell’Universo Marvel.

8. Wolverine

Nonostante si presenti come Logan il suo vero nome è James Howlett. Nella sua vita ha viaggiato in un circo, vissuto in Giappone, con una tribù di indiani e ha preso parte alla seconda guerra mondiale. Una cosa spaventosa di Wolverin: nella versione classica di Marvel lui ha 10 figli, 8 dei quali sono morti per mano sua.

9. Captain America

Pochi conoscono la vera storia del personaggio nato nel lontano 1941. L’idea è nata dal desiderio di fare propaganda anti nazismo durante la seconda guerra mondiale. In un mondo stretto dalla morsa del totalitarismo, Capitan America fu concepito come modello di libertà e democrazia americana da contrapporre alla Germania nazista.

10. Venom

Principale antagonista del leader della nostra lista – Spiderman. Ma, infatti, è Buono o Cattivo? Questa una delle domande che ci si chiede più spesso in merito a questo personaggio.

Quando sbatti contro la violenza

di Alice Gioia Ruzza

Quella domenica era iniziata come una giornata qualunque, dedicata al riposo. La sveglia lasciata suonare due, tre volte e poi finalmente la decisione di alzarmi. Mai avrei pensato che un infortunio in doccia mi avrebbe portato a vivere, proprio in quella giornata, una delle esperienze più significative della mia vita.

Un ruzzolone nella doccia, ebbene sì ha del comico il raccontarlo, eppure il male che mi faceva il piede mi convinse ad andare al pronto soccorso.

La sala d’attesa era gremita di gente, ed io aspettavo con pazienza il mio turno, ben conscia che non me la sarei cavata in poco tempi.

Quando finalmente mi diedero l’esito dei raggi mi fecero sedere in sedia a rotelle e mi portarono dall’ortopedico.

Mentre ero in attesa in sala gessi, vicino a me, c’era una bambina di una decina d’anni circa, dal volto spaventato e talmente piccola da far sembrare la sedia a rotelle nel quale era seduta qualcosa di enorme. La bimba era un piccolo angelo, dagli occhi azzurri e dai lunghi capelli biondi, ed aveva le gambe e le braccine esili e piene di lividi.

Lei mi guardò e io le sorrisi dolcemente e mentre aspettavo il mio turno di entrata ascoltai la madre e quella che avevo capito essere un’amica di famiglia parlare.

La bimba, piccola ed indifesa era stava vittima di percosse da parte del padre ed era lì, anche lei,in attesa di essere visitata.

Nel sentire la madre parlare, la sua preoccupazione più grande fu rivolta, non tanto a quello che aveva subito, quanto al fatto che non voleva che il padre finisse nei guai. Feci fatica a trattenere le lacrime. Cercai di trattenermi finché la bimba non entrò in sala visite e dopo esplosi in un pianto di commozione e rabbia .

Come si può ferire un bambino? Come si può alzare le mani verso un figlio in quel modo e ridurlo in quello stato?

Non riuscivo e tutt’ora non trovo risposte a queste domande. Mi auguro che la “persona”, se tale si può definire, che ha fatto del male alla bambina abbia pagato per ciò che ha fatto. È una realtà che credevo impossibile, irreale, distante da me e dal mio mondo, invece vi garantisco che “sbatterci”, letteralmente, la faccia contro ha lasciato dei segni incredibili dentro di me.

Nessun bambino al mondo dovrebbe subire maltrattamenti simili, i bambini vanno protetti, aiutati, amati, non devono crescere nella paura bensì nell’amore. Denunciate chi pratica violenza e proteggete e aiutate chi non ha la possibilità di farlo da solo perché piccolo e indifeso.