Ricordare è essere consapevoli

Come ogni anno anche quest’anno è arrivato il 27 gennaio… non posso fare finta di niente e dimenticarmi questa data. Ricordare non basta. Bisogna essere consapevoli che ancora oggi esistono crimini contro l’umanità e intere popolazioni. Ricordare è quindi essere consapevoli…

Oggi io ricordo anche con la visione del film Il bambino con il pigiama a righe.

Ricordate e siate consapevoli.

Bye bye 2017… Welcome 2018

img_2826

Eh già, finalmente il 2017 è finito! Un anno che mi ha messo a dura prova. Un anno dove ho dovuto affrontare sfide enormi prima tra tutte la perdita della mia mamma. Alcune persone poi sono uscite dalla mia vita lasciando un po’ di amarezza. Faccio mie due frasi che mi sono ripetuta spesso nell’anno appena andato. “Le perdite possono essere delle conquiste” (dalla serie Braccialetti Rossi) e “Adelante siempre, nonostante tutto io amo la vita” (Marilena, MAMMASPEED). Ho imparato che la vita è fatta di cose positive e negative. Quando sembra che tutto sia perduto, che abbiamo toccato il fondo c’è sempre qualcosa per cui vale la pena di andare avanti. Sono nei momenti peggiori che scopriamo la forza che c’è in noi e chi abbiamo vicino. A volte mi chiedono: “Come fai a essere così positiva e allegra dopo tutto quello che ti è successo?” La mia risposta: “Quando succedono certe cose le strade sono due: o cadi in depressione o reagisci. Io ho scelto la seconda.”  Quest’anno non tutto è stato perdita e tristezza. Ho conosciuto nuovi amici. Altri che avevo perso per strada sono ritornati. Ho scoperto una forza che non credevo di avere. Ho fatto cose che non avevo mai fatto prima. Tutto nella vita serve e anche le cose negative ci fanno crescere e migliorare. Siamo vivi e in continua evoluzione. Anche i momenti di tristezza fanno apprezzare e assaporare di più quelli di felicità. Il mio augurio per il 2018 è che tutti possiate trovare il positivo anche quando tutto sembra perduto. Buon 2018.

 

OLTRE: al di là della malattia c’è una donna.

Immagine.png

Si è aperta sabato 29 luglio 2017 la mostra fotografica OLTRE. Volti di donne che oltre la malattia e la paura sono prima di tutto donne in tutta la loro bellezza. Quando la malattia arriva la paura è tanta. Non si sa quello che ci aspetta e quando questa è un cancro al seno, oltre alla paura della malattia c’è anche quella di non essere fisicamente quelle di prima. Invece basta andare oltre e si riscopre che al di là della malattia c’è una donna e bellissima. Tra i volti della mostra c’è anche quello della mia amica Annalisa. Un donna con la D maiuscola. Una donna che ha affrontato e affronta la malattia con il sorriso e facendo battute. Pensate che è lei che mi da tanta forza quando sono un po’ giù. La sua vitalità è contagiosa. Di fronte a lei tutto passa. Le piccole sfide quotidiane diventano piccolezze. Quando c’incontriamo la maggior parte del tempo la passiamo ridendo. Un esempio di come si può andare oltre la malattia.

La mostra è organizzata dall’associazione INSIEME PER MANO e targata SAM.LAI.

Potete visitare la mostra fino al 6 Agosto presso la SALA NOBILI CAPPELLO della VILLA IMPERIALE di GALLIERA VENETA (PD).

Orari: dalle 9.30 alle 11.30  e dalle 18.00 alle 21.00