Christmas Dreamscape: Artisti uniti per Team for Children Vicenza

Quando più artisti si uniscono, non può non nascere qualcosa di buono. Ognuno con la propria personalità, ognuno con le proprie note per un’armonia perfetta. Tutto diventa ancora più speciale se fatto con l’amore per la musica e per gli altri. È uscito in questi giorni il singolo Christmas Dreamscape. Scritto e composto da Klaus Docupil con gli arrangiamenti di Michele Bonivento e le splendide voci di Valentina Mar, Mael, Sandra Mrozowska, Z, Stefano Pasquali, Vexy e Milena Dudlowska,  è già diventato la giusta colonna sonora per il Natale 2016. Una di quelle canzoni che ti entrano dentro e continui a canticchiare quando pensi al Natale in arrivo. Se già da sola Christmas Dreamscape è meravigliosa, acquista ancora più valore sposando la solidarietà. Scaricando il brano da iTunes, si contribuisce a sostenere l’associazione Team For Children Vicenza (Onlus che opera nel reparto di pediatria e nel Day Hospital oncologico dell’ospedale San Bortolo di Vicenza). Già dalle prime note di pianoforte, si entra nel clima natalizio e ci sembra di passeggiare tra la neve. Quando poi si aggiungono le voci, tutto diventa gioia e veniamo catapultati in un’atmosfera magica, come solo quella del Natale può essere. Nel video, girato presso la Magister Recording Area, ogni artista mette in risalto la propria personalità, creando così un mix perfetto di voci ed espressioni. Preziosa, alla fine del video, la piccola Michelle che ci regala un momento di infinita dolcezza. Un altro successo firmato dal DJ producer, Klaus Docupil, che abbiamo imparato a conoscere con Supernova, Supernova RMX, Universe Finds The Way e Fairytale e che si avvale sempre di preziose collaborazioni registrando brani apprezzati in Italia e all’estero.

Foto di AlfRed Photo

stefania simonato

I biscotti di zia Conny

Facevo la terza elementare quando mi hanno portato a trovare gli zii in Germania. C’ero già stata, a tre anni, per il matrimonio dello zio. Ma quel ritorno è stato “magico”. Era il periodo più bello dell’anno: il Natale. Ricordo ancora luci, colori, regali ma soprattutto… i biscotti di zia Conny. Ben disposti su un’alzatina erano la giusta conclusione di pranzi e cene o una pausa buonissima. Poi sono cresciuta e imparando a cucinare ho chiesto alla zia la ricetta per assaporarli ogni volta che ne avessi voglia. Così ora condivido con voi una delle tante ricette.

Questi sono i Mürbes Spritzgebäck

Ingredienti (per circa 80 biscotti):

  • 300 g di burro
  • 250 g di zucchero a velo
  • 125 g di amido di mais
  • 3/16 l di latte
  • 1 pizzico di sale
  • la buccia grattugiata di 1 limone
  • 500 g di farina
  • 100 g di cioccolato fondente

Procedimento:

Mescolare il burro, lo zucchero a velo e l’amido di mais fino a ottenere una crema liscia. Aggiungere 1/8 l di latte e mescolare. Unire il pizzico di sale, la buccia del limone e la farina setacciata e il latte restante. Impastare tutto fino a ottenere un impasto abbastanza morbido da poter essere modellato con una sac à poche o una sparabiscotti. Preparate delle  teglie foderandole con carta da forno o imburrandole. Accedete il forno a 190°. Con l’aiuto sac à poche o la sparabiscotti adagiate i biscotti sulle teglie dando la forma che preferite. Infornate per 10-12 minuti finché non saranno di un colore leggermente dorato. Una volta raffreddati intingeteli nel cioccolato fondente sciolto. Quando il cioccolato si sarà raffreddato potete servire e gustare!

Buoni Mürbes Spritzgebäck!

stefania simonato

Fate i buoni…

Manca poco a Natale e la corsa ai regali è ormai iniziata da tempo. Diciamoci la verità, se da una parte è bello fare regali, dall’altra a volte diventa molto difficile. Tutti abbiamo quella persona a cui dobbiamo assolutamente fare un regalo ma alla quale non sappiamo mai cosa. Ed ecco che “fare i buoni” ci salva! No… non nel senso di fare i bravi! I buoni regalo sono una tendenza sempre più in crescita. Sono molti i negozi a proporre card ricaricate con un importo che possono essere utilizzate per acquistare quello che più ci aggrada di quel negozio. Molto più “eleganti” e “trendy” rispetto alla vecchia “busta”, rendono la vita più facile a chi deve fare regali. Unico inconveniente: chi lo riceve sa quanto avete speso e deve utilizzarlo sono nella catena di negozi prescelta. Ma anche a questo c’è rimedio. Basta accompagnare il buono con un bel biglietto, magari artigianale e personalizzato, e scegliere degli shop che abbiano una gamma di prodotti per tutti i gusti.

stefania  simonato